OSMOSI INVERSA O MICROFILTRAZIONE? DIPENDE…

Osmosi inversa o microfiltrazione?

Per rispondere bisogna aver ben chiara la differenza fra i due processi. In questo articolo proveremo a renderti la scelta più semplice, partendo dalle domande “tu che tipo di professionista sei? E cosa cerchi dalla tua acqua?”

Ti sei documentato e hai sentito dire che l’osmosi inversa è quello che fa per te. Tuttavia non hai ben chiara la differenza fra osmosi inversa o microfiltrazione e oggi sei qui perché stai cercando risposte. Vuoi capire che cosa sia meglio per te, i tuoi clienti, la tua salute e soprattutto per la tua attività commerciale. Niente paura, ci siamo qui noi di Acquainforma!

In questo articolo ti aiuteremo infatti a comprendere la differenza fra osmosi inversa e microfiltrazione in modo che tu possa scegliere al meglio, quindi non solo acquistando in maniera sicura e consapevole, ma decidendo anche qual è il prodotto giusto per te.

Cos’è l’osmosi inversa? E’ vero che depura la mia acqua?

L’OSMOSI INVERSA È IL TOP DEL WATER TREATMENT.

Nello specifico, è un processo a membrana, che permette di rimuovere dall’acqua quasi totalmente le sostanze sospese o disciolte. Quando avviene il passaggio dell’acqua, la membrana la divide, per dirlo in parole molto semplici, in “acqua buona e acqua cattiva”, trattenendo tutto ciò che a livello molecolare non è riconosciuto come molecola dell’acqua.
In questo modo la membrana riesce a eliminare quasi completamente, se non proprio del tutto, i metalli pesanti (fra cui anche il nichel e il piombo). E persino nel caso siano presenti nitrati dovuti ai sistemi chimici dei fertilizzanti che usano gli agricoltori, l’osmosi inversa ti protegge!
Anche per questo il sistema di osmosi inversa è uno dei più diffusi in commercio. Pensa, inizialmente è nato solo per scopi scientifici… per poi estendersi, fortunatamente per tutti, alle aziende e case!

Osmosi inversa o microfiltrazione: e se sbaglio a scegliere?

La tua paura di sbagliare nella scelta è normalissima, perché non sei esperto in materia osmosi inversa o microfiltrazione. Non ti preoccupare, ci siamo qui noi per guidarti.

Si tratta di una questione importante, anche perché dover fronteggiare un grosso problema di ordine organizzativo legato alla mancanza dell’apparecchio che fa per te non è cosa da poco!
Non sapere se scegliere infatti un apparecchio per l’osmosi inversa o per il microfiltraggio in quanto non ti è ben chiara la differenza non sarà più un tuo problema dopo che avrai letto il nostro articolo! 😉

In quali casi dovrei scegliere l’osmosi inversa?

Ogni impiego vuole la sua acqua.

Con l’Osmosi oggi è possibile togliere i sali dall’acqua del mare, recuperare specifiche acque di scarto, offrire l’acqua migliore per il settore del beverage e del food, per specifici utilizzi in campo biomedico ed infine per dissetarsi in maniera sana e leggera a casa propria.

Osmosi inversa o microfiltrazione: i nostri consigli

Ti consigliamo quindi di scegliere un ottimo sistema di osmosi inversa nel caso tu lavori nei settori sotto descritti o cerchi soluzioni nei seguenti ambiti:

 

  • 1. BEVERAGE E VENDING

Caffè, tè e tisane necessitano di un’acqua affinata, senza odori e sapori e con un basso contenuto salino. Dovrebbe essere quindi un’acqua filtrata ideale anche da bere e per avere bevande più piacevoli, scegliendo la giusta concentrazione di sali.

  • 2. SISTEMI DI COTTURA

Per esaltare il gusto dei cibi e perché i sistemi di cottura a vapore e i forni non si danneggino, è necessario utilizzare acqua dal basso contenuto di sali minerali.

  • 3. SISTEMI DI LAVAGGIO (LAVASTOVIGLIE, LAVABICCHIERI…)

Per ottimizzare le performance di lavaggio è necessario abbattere la durezza e la salinità dell’acqua. Solo così si possono evitare incrostazioni nelle apparecchiature e fastidiosi aloni nelle stoviglie. Un’acqua di questo tipo fa risparmiare l’uso di brillantanti e detersivi.

  • 4. SETTORE CHIMICO, FARMACEUTICO E COSMETICO

Nel settore chimico, farmaceutico e cosmetico l’acqua è un componente essenziale. Molti sono infatti i processi che ne prevedono l’utilizzo. In questo campo la tipologia più richiesta è quella totalmente demineralizzata partendo da un sistema ad osmosi e affinata con un post-trattamento con resine a scambio ionico.

Ma anche…

  • 5. ELIMINAZIONE DELL’ARSENICO

L’arsenico è presente in natura e frequentemente viene a contatto con le falde acquifere, inquinandole. L’attività industriale contribuisce a incrementarlo. È quindi necessario agire per trattare l’acqua al fine di renderla potabile con sistemi ad osmosi con resina e scambio ionico specifico.

  • 6. AMBULATORI DENTISTICI

Per garantire la massima efficienza e durata degli apparecchi e strumenti in dotazione dello studio dentistico bisogna riflettere soprattutto sull’acqua che si usa. Usare acqua trattata permette di mantenere le prestazioni della macchina in perfetta efficienza.

  • 7. LABORATORI ODONTOTECNICI

Utilizzare un’acqua completamente neutra che non lascia residui finali nella fase di risciacquo è fondamentale per l’ottima riuscita dei prodotti in campo odontotecnico.

E in più, anche per questo!

  • 8. PER LA PRESSOFUSIONE IN ALLUMINIO

Un sistema di trattamento ad osmosi fornisce un’acqua ideale, non aggressiva che non lascia aloni. Caratteristiche fondamentali per l’efficientamento produttivo dei pezzi stampati e sui robot di manipolazione e lavaggio stampi.

  • 9. LAVAGGIO PANNELLI FOTOVOLTAICI

L’acqua ad osmosi è l’acqua ideale per la pulizia periodica dei componenti più importanti dei sistemi di produzione di energia alternativa.

  • 10. AUTOLAVAGGI

Per un perfetto risciacquo nelle fasi finali delle carrozzerie e dei vetri dell’acqua è indispensabile dotarsi di un’acqua ad osmosi inversa .

Tutto chiaro, ma che differenza c’è tra osmosi inversa e microfiltrazione?

Giusta domanda!

Ebbene, innanzi tutto sappi che l’osmosi inversa e la microfiltrazione sono i due metodi di purificazione delle acque più diffusi.

Alcuni  pensano (erroneamente!), che l’unica differenza tra osmosi inversa e microfiltrazione consista nel diametro delle membrane semipermeabili utilizzate per trattenere le sostanze indesiderate.
L’osmosi inversa prevede infatti una dimensione minore del diametro dei pori della membrana rispetto alle membrane utilizzate nella microfiltrazione.

Insomma, osmosi inversa o microfiltrazione?

Facciamo chiarezza

In apparenza potrebbero sembrare simili o addirittura identici,almeno nel modo in cui agiscono; in realtà microfiltraggio ed osmosi inversa sono due processi da cui ottieni acqua con caratteristiche differenti. La più macroscopica delle differenze tra le due modalità consiste proprio nel prodotto finale. Vediamo insieme perché.

La microfiltrazione dell’acqua garantisce l’assenza di microrganismi nocivi senza però alterare la composizione dei sali minerali. Inoltre:

    • blocca il passaggio di sostanze inquinanti di grosse dimensioni, mentre l’osmosi inversa è in grado di bloccare il passaggio di quasi tutte le sostanze non riconosciute come molecola dell’acqua, compresi, per l’appunto, i sali minerali;
    • ha un sistema di filtraggio fine a sé stesso, a differenza dell’osmosi inversa, che oltre a filtrare l’acqua separa il liquido “contaminato” da quello composto da sole molecole dell’acqua;
    • In definitiva la microfiltrazione trattiene in maniera efficace e selettiva sostanze in sospensione, il cloro e i suoi sottoprodotti, mantenendo i sali minerali. Invece l’osmosi inversa trattiene ciò che non è riconosciuto come “molecola dell’acqua”, agendo da separatore molecolare: ciò che è acqua e ciò che non lo è!

C’è anche da dire che…

ATTENZIONE: L’OSMOSI INVERSA NON DEMINERALIZZA DEL TUTTO! DIPENDE INFATTI DA QUELLO CHE PREFERISCI TU, DALLE TUE ESIGENZE.

Luogo comune è credere che il fine processo di osmosi inversa permetta di eliminare completamente i sali. Realmente è possibile una regolazione del livello di eliminazione degli stessi, da 95 a 99%. Qualora fosse necessaria un’acqua completamente demineralizzata e quindi non per uso potabile, dovremmo chiudere tutto il by pass. CLICCA QUI per chiederci maggiori informazioni, saremo lieti di aiutarti nella scelta del migliore apparecchio per le tue esigenze.

Ok, vorrei un apparecchio per trattare la mia acqua con osmosi inversa… quale mi consigliate?

Se hai scelto, dopo aver letto questo articolo, di attrezzarti per ottenere acqua trattata ad osmosi inversa, abbiamo per te le migliori proposte. L’OSMOSI E’ UN MONDO, le applicazioni tecniche del sistema di trattamento ad osmosi variano per portata, autonomia e utilizzo.

Se cerchi un apparecchio per la tua azienda guarda tutti i migliori modelli disponibili della nostra linea professionale a QUESTO LINK.

Invece se stai cercando un apparecchio ad osmosi inversa per la tua famiglia, ecco i nostri modelli selezionati per te: CLICCA QUI.

Commenti

Leggi i commenti

Rispondi